Wipeout HD – AA.VV.

Sette mesi dopo il suo matrimonio, Ale mi fece un regalo che ebbe un’importanza logistica non indifferente, ma soprattutto un’importanza emotiva rivolta al futuro molto forte: per la mia laurea mi regalò la Playstation 3. Ricordo ancora il momento in cui me la diede, appena prima dell’inizio dell’epica finale di Champions League vista col proiettore in campagna da me e che ci ha visti commuovere alla fine; la motivazione del regalo era “per non smettere di giocare quando andrai a Padova”, ma il mio primo pensiero fu controllare se esistesse un Wipeout per la Playstation 3. Esisteva, si chiamava Wipeout HD, lo comprai subito l’indomani al Gamestop del Katanè e iniziai a capire un paio di cose.

La prima era che la colonna sonora era personalizzabile, così copiai dentro tutte le colonne sonore dei Wipeout usciti fino ad allora (inclusi quelli a cui non ho mai giocato per motivi di piattaforma ma di cui ho comunque la colonna sonora) e in realtà ci volle poco per capire che, dopo tutti quegli anni, la colonna sonora perfetta era ancora quella di Wipeout Fusion. La seconda era che in modalità multigiocatore non esisteva una sfida come quelle di Wipeout Fusion, che mescolava gara normale ed eliminatore, ma in compenso era tornato l’eliminatore (da Wipeout 3), e così, con opportuni accorgimenti, riuscimmo a creare un sistema di punteggio complicatissimo (e che, dopo anni, forse potrebbe essere rivisto sensibilmente) che ci permette di creare dei “campionati” che durano un’oretta circa.

Ci giocammo insieme la prima volta per la mia festa di laurea, ma fu una partita brevissima per via dei mille parenti presenti; subito dopo la mia partenza per Padova, con Playstation 3 annessa, iniziammo una bellissima tradizione di giocate durante le vacanze (estive o natalizie), per cui, a differenza degli anni precedenti, chi vince il campionato di una sera (a sua volta basato su un numero variabili di gare fino al raggiungimento del punteggio previsto) vince “un punto”, e per ogni sezione vacanziera si arriva a 2 o 3 vittorie, in base al numero di serate che abbiamo a disposizione. Chi arriva al numero prestabilito è il “campione in carica” e lo resta finchè non ci rivediamo, mesi dopo, per un’altra partita.

E così il tutto diventa quasi una scusa: ci vediamo, mangiamo insieme, chiacchieriamo, e a margine giochiamo, con questa nuova modalità (divertentissima), con i nostri calcoli assurdi e con la musica che adoriamo da anni. La colonna sonora di Wipeout HD, che di per sé esiste, è completamente ininfluente: è quella di Wipeout Fusion ad essere onnipresente, con le stesse imitazioni di sempre e la stessa magia di sempre.

Nonostante gli anni, anzi, forse proprio a causa degli anni. E nonostante i chilometri.

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

One Response to Wipeout HD – AA.VV.

  1. Ali says:

    Il campione in carica da diverse generazioni conferma quanto scritto sopra :d

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s